Ritenzione idrica: come eliminarla

La ritenzione idrica è un disturbo presente quando i tessuti dell’organismo trattengono fluidi causando un edema, cioè un gonfiore dovuto all’aumento del liquido interstiziale tra cellula e cellula. 

Interessa zone del corpo in cui i grassi si accumulano più facilmente come ad esempio, glutei, addome e cosce. 

Uno dei sintomi della ritenzione idrica sono le gambe gonfie e di un colorito poco uniforme.

Spesso si tende a fare confusione tra cellulite e ritenzione idrica perché le parti interessate sono simili anche se hanno cause differenti. 

La ritenzione idrica è un disturbo meno grave, e le cause più importanti che la generano sono: 

  • Alimentazione: ha un ruolo fondamentale nell’insorgere a della ritenzione idrica. Una dieta troppo ricca di sale e proteine, di alcolici e povera di acqua rallenta tutto il processo diuretico e favorisce l’accumulo di liquidi. 
  • Stile di vita: la sedentarietà riduce la circolazione linfatica.
  • Sovrappeso: essere in sovrappeso è una condizione che rallenta la diuresi. Il sovrappeso genera ritenzione idrica.
  • Infiammazioni (causano ritenzione idrica).
  • Fumo. 
  • Bevande alcoliche e non (cocktail, birra, tè e caffè zuccherato).
  • Farmaci (pillola anticoncezionale, cortisone, pressione alta). 

Rimedi: 

  • Betulla (w-Super dren) grazie alla sua azione drenante combatte l’accumulo di liquidi.
  • Ippocastano utile per il gonfiore alle gambe e caviglie.
  • Pilosella (diuretico). 
  • W-Cell dren crema: per l’azione combinata di pilosella, betulla, ippocastano, argania spinosa, caffeina, cola, boswelia, silybum marianum.

Prodotti consigliati

Categorie

Categorie

I più letti