Carboidrati: perché mangiarli

Sono visti spesso come i grandi nemici della linea e del benessere. 

In realtà una dieta sana è una dieta equilibrata.

L’elemento da eliminare, semmai, è l’eccesso.

Perché demonizzare i carboidrati è sbagliato? Perché essi sono la fonte principale di energia per l’organismo, sono indispensabili per le funzioni energetiche del cervello, degli eritrociti ed in particolare del tessuto nervoso.

La FAO e l’OMS raccomandano di ingerire il 55% di energia totale dai carboidrati, ma solo il 10% dagli zuccheri semplici.

È importante basare la nostra alimentazione sui carboidrati “a lento rilascio” quelli cioè che non ci creino sbalzi glicemici (sorgo, miglio, farro integrale, riso integrale etc..).

I cibi che hanno un alto indice glicemico aumentano la produzione di insulina. 

Sono quindi questi carboidrati che vanno eliminati (zucchero, farine raffinate, riso raffinato, patate etc..). 

I cereali integrali sono la migliore fonte di carboidrati a lento rilascio, in grado di fornire un costante, prolungato ed equilibrato apporto di energia senza aumentare la produzione di insulina. 

Inoltre sono utili per la prevenzione di disturbi cronici come malattie neoplastiche (adenocarcinoma del colon e intestino) e cardiovascolari, privarsene la considero una follia!

Prodotti consigliati

Categorie

Categorie

I più letti